Tendenze Nell’Impiego delle Biotecnologie Nell’Economia della Federazione Russaкнига

Работа с книгой


[1] Tendenze Nell’Impiego delle Biotecnologie Nell’Economia della Federazione Russa / I. Tverdislova, A. Avdeenko, N. Orlova et al. — Centre for the Book Rudomino Ltd Mosca, 2012. — 384 p. I piu recenti sviluppi della ricerca nel settore delle biotecnologie e le importanti applicazioni delle nuove scoperte nei piu svariati settori dell’industria, della farmaceutica, dell’agricoltura e della tutela dell’ambiente, inducono a pensare che nei prossimi anni il settore potra divenire uno dei piu effi caci motori dello sviluppo a livello mondiale. E per questo che l’Ambasciata d’Italia a Mosca ha deciso di richiedere all’autorevole Istituto di Biochimica “Alexey Nikolaevich Bach” dell’Accademia delle Scienze Russa, uno studio sull’impiego delle biotecnologie nell’economia della Federazione. Lo studio ha ovviamente un obbiettivo concreto: quello di favorire l’interazione e le sinergie tra Istituti di ricerca italiani e russi e tra le imprese dei due Paesi. I risultati del lavoro compiuto sono molto incoraggianti ed evidenziano ampi e diversificati settori in cui sara utile e conveniente avviare collaborazioni e contatti. Dallo studio eff ettuato dall’Istituto Bach si evince infatti con chiarezza che la Federazione Russa, che all’inizio degli anni Novanta occupava la seconda posizione a livello mondiale nello studio delle biotecnologie e nella bioindustria, nel corso degli ultimi venti anni ha perso parecchio terreno, pur mantenendo dei picchi di eccellenza in alcuni settori di punta. L’Italia, d’altra parte, possiede numerose eccellenze nelle biotecnologie, il cui impiego potra essere off erto alle controparti russe, con alcune delle quali potrebbero invece essere avviate “partnerships” interessanti. Le eccellenze scientifi che russe, le enormi risorse naturali, lo sterminato territorio della Federazione e la varieta dei suoi climi ed ambienti naturali off rono infatti le basi per un rapido recupero del “gap” e prospettive interessanti di sviluppo, in particolare qualora vengano introdotti elementi di incentivazione, una maggior concentrazione delle risorse ed alcuni provvedimenti legislativi. Lo studio dell’Istituto Bach descrive accuratamente ed esaurientemente queste potenzialita, censendo le risorse di “know how” scientifico, i programmi federali e regionali di sviluppo posti recentemente in essere, le iniziative per la creazione di centri di eccellenza come quello di Skolkovo, la costruzione di nuovi centri di ricerca applicata avanzata, quali le facilities recentemente aperte al Centro di Ricerca Nazionale Kurchatov. In maniera similmente accurata lo studio riassume le collaborazioni internazionali, i progetti europei di settore con il coinvolgimento russo ed il contenuto dei piani di fi nanziamento governativo. Si tratta di una “guida di viaggio” completa ed esauriente pensata per tutte quelle imprese e centri di ricerca italiani specializzati nelle biotecnologie che vogliano sviluppare delle collaborazioni con dei partner nella Federazione. Da parte mia, desidero rivolgere un caloroso ringraziamento alle Istituzioni Accademiche coinvolte ed agli estensori del Rapporto, oltre che al Consigliere Economico e Commerciale dell’Ambasciata a Mosca Leonardo Bencini per essere stato il motore dell’iniziativa e per avervi dedicato molto tempo e passione. Grazie anche ad Assobiotec e Federchimica per la calorosa accoglienza riservata al progetto ed al Ministero degli Aff ari Esteri ed all’ICE per il sostegno ricevuto. Antonio Zanardi Landi Ambasciatore d’Italia a Mosca.

Публикация в формате сохранить в файл сохранить в файл сохранить в файл сохранить в файл сохранить в файл сохранить в файл скрыть